CHI SONO E COSA FACCIO

Quando provo a spiegare il mio lavoro, vengo inevitabilmente interrotto da “Quindi sei un grafico?”, “Fai le pagine Facebook?”, “Capito, fai i banner”, “Scritte per la pubblicità? Quindi fai le insegne”, “Hai conosciuto Belen?”. Con il tempo, per non deludere nessuno, ho iniziato a ricoprire tutti i ruoli che mi venivano affibbiati. Tranne il frequentatore di soubrette, naturalmente.

In realtà faccio il copywriter.
Lo faccio ma non lo sono, è come un ruolo che ogni tanto smetto per dedicarmi a quello che più mi interessa in quel momento. Esco dai panni del copy per indossare il costume di developer, di art director o da pagliaccio.

Lavoro in Enfants Terribles. Sono lì da una vita, e la struttura atipica dell’agenzia mi ha portato a spaziare dal lavoro di copy a quello di “art”, passando dal web design fino all’imbiancatura delle pareti. A lavorare per grandi e piccoli brand, direttamente o in “outsourcing” per altre agenzie. Ogni tanto divento Mr Beige e lavoro anche per EbolaIndustries: un’agenzia quasi virtuale che si occupa di adv non convenzionale, progetti integrati, viral, guerrilla, ambient e web experience.

Con l’avvento dei social network, inevitabilmente ho virato verso il web. Negli ultimi anni ho lavorato principalmente su progetti digitali. Oltre a vagonate di banner, SEO, siti web, e gestione di pagine facebook, ho realizzato anche progetti cross platform e applicazioni.

Qualche anno fa ho lanciato TuttoScemo.com un portale dedicato al “cazzeggio”. In poco tempo è diventato un riferimento per il divertimento online. Per il sito ho prodotto e lanciato molti contenuti, alcuni dei quali sono diventati dei piccoli fenomeni virali che hanno coinvolto anche i media tradizionali e i mezzi di informazione.

Oggi lavoro per Enfants Terribles, quando riesco mi diverto ancora con Tuttoscemo e, se hai un progetto che mi piace, mi trasformo in freelance.